Archivi tag: birra

A Palermo, Birriamo Siculo. Due giorni dedicati agli appassionati di birre artigianali

Due giorni dedicati agli appassionati delle birre artigianali, un’occasione imperdibile anche per quanti muovono i primi passi o vogliono avvicinarsi a questo mondo in continuo fermento. Continua a leggere A Palermo, Birriamo Siculo. Due giorni dedicati agli appassionati di birre artigianali

Annunci

Sbarca in Sicilia il primo campionato di Homebrewers

In Sicilia arriva “Hombrewers Siciliani on Tour 2015” il primo campionato a tappe aperto a tutti i birrificatori casalinghi. Ecco il regolamento ufficiale. Continua a leggere Sbarca in Sicilia il primo campionato di Homebrewers

Rocca dei Conti, quando in Sicilia si produce la migliore birra artigianale

Il fenomeno birra artigianale sta crescendo a dismisura e la Sicilia sta recependo il messaggio. Ciò che ci piace raccontare però è la storia di tante piccole realtà che con caparbietà e voglia di fare stanno imponendo uno stile al movimento birraio siciliano. Oggi vi portiamo a Modica per conoscere Rocca dei Conti, giovane realtà imprenditoriale. Continua a leggere Rocca dei Conti, quando in Sicilia si produce la migliore birra artigianale

Come si fa la birra in casa? Baladin ci insegna come diventare homebrewers

Nel 2008 nasce il progetto Open, la prima birra “open source” la cui ricetta venne pubblicata online sul sito internet di Baladin con la volontà di offrire agli homebrewer (produttori non professionisti che producono per hobby la propria birra ad uso esclusivamente privato e quindi non commerciale) la possibilità di replicare e reinterpretare una birra creata per i pub, da un mastro birraio professionista: Teo Musso. Continua a leggere Come si fa la birra in casa? Baladin ci insegna come diventare homebrewers

Il ‘sabato in riserva’ con le birre artigianali, un percorso di gusto a “La Funtanazza” per scoprire nuove realtà produttive

La Sicilia delle birre artigianali vive un momento felice. Dopo la chiusura di molti birrifici negli anni scorsi, sull’isola c’è nuovamente voglia di produrre. Negli ultimi anni un gruppo di piccoli produttori si è dato da fare perché le bionde e le rosse fatte in Sicilia avessero nuovo appeal. Oggi sono almeno dodici i micro birrifici attivi, sparsi su tutto il territorio isolano e alcuni di questi usano materie prime autoctone. Continua a leggere Il ‘sabato in riserva’ con le birre artigianali, un percorso di gusto a “La Funtanazza” per scoprire nuove realtà produttive

Due giorni all’insegna della birra artigianale, torna a Palermo Kuaska

 La birra artigianale torna ad essere protagonista a Palermo con una due giorni dedicata ad alcuni tra i migliori microbirrifici del territorio nazionale. L’appuntamento, organizzato da Kuaska Instituut e da HB Siciliani in collaborazione con Beerproject, è per lunedì 9 e martedì 10 marzo. Per l’occasione tornerà in città Lorenzo Dabove, noto agli appassionati come Kuaska, esperto italiano di fama internazionale. Sarà lui a guidare neofiti e appassionati in un nuovo viaggio alla scoperta delle birre artigianali, tra le quali anche alcune siciliane, all’insegna del divertimento e della convivialità. Continua a leggere Due giorni all’insegna della birra artigianale, torna a Palermo Kuaska

Kuaska, a Palermo una lezione sulle birre artigianali

Avevamo scritto nei giorni scorsi di un’interessantissima lezione sulle birre artigianali tenuta dal massimo esperto del settore, Lorenzo Dabove in arte Kuaska.  Leggi l’articolo completo qui.

Continua a leggere Kuaska, a Palermo una lezione sulle birre artigianali

Viaggio nel mondo delle birre artigianali, la nostra degustazione con Kuaska

“Non esiste la birra esistono le birre”, inizia con questa massima la degustazione di Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, uno dei più apprezzati esperti di birra belga che negli ultimi anni si è impegnato nella promozione di birra artigianale in Italia. Un fenomeno in grandissima ascesa che ha trovato nel nostro Paese un largo seguito di appassionati e beerlovers. Continua a leggere Viaggio nel mondo delle birre artigianali, la nostra degustazione con Kuaska

Kuaska a Palermo, una serata all’insegna delle birre artigianali

La birra artigianale protagonista a Palermo con nove tra i migliori microbirrifici del territorio nazionale. L’appuntamento, organizzato dal Kuaska Institute in collaborazione con Beerproject, è per venerdì prossimo, 23 gennaio, al Quinto Canto Hotel – Locanda del Gusto, in corso Vittorio Emanuele 310.  Continua a leggere Kuaska a Palermo, una serata all’insegna delle birre artigianali

Viaggio nel mondo Baladin, le birre d’autore firmate Teo Musso

Dal 1996 le birre di Teo Musso sono sinonimo di birra artigianale italiana di alta qualità. E non potrebbe essere altrimenti per chi come Teo ha fatto del suo lavoro una mission. Continua a leggere Viaggio nel mondo Baladin, le birre d’autore firmate Teo Musso

A Nocera Umbra, sulle orme dell’Antico Monastero di San Biagio

#birra #birraartigianale #umbria #italia #italy www.laforchettaeilcoltello.com

A post shared by La Forchetta e il Coltello (@forchettaecoltello) on

Capita a volte di scoprire una birra quasi per caso, una cena in un ristorantino e il suggerimento di una birra artigianale. In verità, qualcosa la conoscevamo già, ma la possibilità di berla alla spina ci ha portato a degustarla e a scrivere di questa azienda umbra.

Forchetta e Coltello vi porta a 750 metri d’altitudine, nel verde Parco del Monte Subasio, a conoscere l’Antico Monastero di San Biagio, dove si produce birra artigianale, conserve, formaggi, olio d’oliva e salumi.

E qui, dove il tempo sembra essersi fermato, la passione per la birra e la meticolosità del Mastro Birraio, fanno dell’Accademia di San Biagio un luogo d’Eccellenza.

Proprio qui, già dal 1333, sembra che i monaci si riunissero in meditazione e, nel pieno rispetto del territorio, lavorassero in comunità ciò che la terra offriva loro. In questo luogo appartato pochi uomini hanno realizzato il sogno di molti: un’Accademia dedicata alla ricerca e selezione delle eccellenze dei sapori del territorio.

E dal Monastero di San Biagio, ancora oggi come una volta, prendono vita prodotti unici, frutto di antiche maestranze. Una di queste è la birra, artigianale, prodotta da Giovanni Rodolfi, Mastro Birraio umbro ma Monaco del terzo millenio, come ama definirsi. E’ stato proprio lui a dare impulso a una nuova tradizione, coniugando innovazione e tradizione con la stessa antica ricetta di secoli fa.

Il processo prevede un riscaldamento a 76 gradi, poi, l’ebollizione e l’estrazione dell’anidride carbonica e una nuova fermentazione in bottiglia, che dà un segno ben preciso alla birra. Il segreto, però, sta soprattutto nel sapiente bilanciamento e utilizzo degli aromi, ben prima dell’arrivo del luppolo, si usava aggiungere alloro, miele o altre erbe per aromatizzare la birra. Una tradizione, ripresa ancor’oggi nel segno della tradizione e che marca la birra San Biagio.

Quattro le birre in bottiglia: Monasta, di colore ambrato, con sentori di nocciola e caramello. La Ambar, una birra scura dal profumo e dalle note del caffè tostato. La Gaudens, chiara a prima vista, fermentata a bassissime temperature e quindi leggera con profumi di luppolo e malto. E infine, la Verbum, un’altra birra chiara con netti sentori fruttati.

Birra San Biagio

Nocera Umbra (Pg) Italy
+39 075 80 39 232

http://www.birrasanbiagio.com

Qual è l’arancina più buona di Palermo? A voi la scelta

DSCF2466

Qual è l’arancina più buona di Palermo? Nel giorno di Santa Lucia, stiliamo il nostro personalissimo podio in base a rigidi parametri: panatura, cottura del riso e ripieno.

18 bar sotto la lente di ingrandimento, 18 arancine ‘al burro’, 18 modi diversi di intendere uno dei capisaldi dello street food palermitano.

Con Cronache di Gusto, qualche giorno fa, abbiamo partecipato alla degustazione per eleggere la migliore arancina della città. Clicca per la classifica definitiva

 DSCF2523

 

Noi abbiamo eletto tre bar che ci hanno particolarmente colpito:

 

Bar Bristol. Via Emerico Amari, 28
L’arancina si presenta con una buona panatura, con una crosta croccante e una bella doratura ambrata. Buono il ripieno di mozzarella con abbondante prosciutto. Prezzo: 1,70 euro

 

Oscar. Via Mariano Migliaccio, 39
Bar di riferimento per i palermitani, conosciuto ai più, come punto di riferimento per la pasticceria, da un po’ si è ritagliato uno spazio nel settore gastronomico. Quella degustata si presenta con una panatura di colore dorato scuro. Consistente e croccante la crosta e con una perfetta cottura del riso.Prezzo: 1,70 euro

 

Recupero. Via Malaspina, 96
Quella assaggiata ha una panatura brunita. Riso ben cotto con i chicchi separati. Mozzarella preponderante nel ripieno e un retrogusto molto intenso. Prezzo: 1,60 euro

E voi che ne pensate? Siete d’accordo? Avete una vostra preferenza? Scriveteci su Facebook e Twitter usando gli hashtag #arancinapalermo #tastearancina o commentando nell’area qui sotto.

Birra Zago, un’eccellenza tra le birre artigianali

A Taormina, durante la prima edizione del Taormina Gourmet Festival, abbiamo conosciuto, quasi per caso girovagando tra gli stand, uno straordinario produttore di birra. Poche parole e tanta passione per il proprio lavoro di Mastro Birraio: lui è Mario Chiaradia ed è il titolare dell’azienda Zago, un piccolo birrificio nato alla fine degli anni ’70 alle porte di Pordenone. L’idea della Zago era quella di una birra che potesse sposare il gusto italiano con la sapiente arte birraia della tradizione europea. Ed è nata così, quasi per caso dopo un viaggio in Belgio, la passione per le “Living beers”, birre Cuvée di doppio e triplo malto, dalle caratteristiche organolettiche uniche, capaci di incontrare il gusto anche dei più sofisticati assaggiatori. Birre artigianali ricche di lieviti e non pastorizzate. Le Cuvèe di Malto Zago sono birre straordinarie, che fanno innamorare già dal primo sorso. Il risultato di un processo di ricerca continuo che mira all’eccellenza, frutto dell’impegno di chi lavora ogni giorno dedicando amore e passione alla birra. Ciascuna Cuvée è unica perché contenendo lievito vivo e rifermentando naturalmente a ogni processo, raggiunge una maturazione di sapori e profumi ineguagliabili che può cambiare anche da bottiglia a bottiglia.

Abbiamo degustato per voi la HY Cuvée, una birra di malto realizzata con lo stesso metodo dello Champagne, seguendo un’antica ricetta, secondo il metodo champenoise che garantisce una rifermentazione in bottiglia. La birra è una chiara da 11% vol., italianissima nello spirito ma belga nella filosofia, servita in bottiglie da champagne per richiamare la loro origine. Al palato si offre in tutta la sua magnificenza lasciando quel suo sapore di caramello, vaniglia e con un retrogusto piacevole.

Immagine

http://www.zago.it

ZAGO S.r.l. Via Einaudi, 18 33080 Prata di Pordenone (PN)

Tel. +39 0434 621583

Fax +39 0434 610222