Archivi tag: Marsala

La ventitreesima vendemmia di Marco de Bartoli e il suo Vecchio Samperi

In passato vi abbiamo scritto di Marco De Bartoli e del suo Marsala, oggi ci torniamo per conoscere gli altri vini della ventitreesima vendemmia e per scoprire da vicino un territorio meraviglioso…

Continua a leggere La ventitreesima vendemmia di Marco de Bartoli e il suo Vecchio Samperi

Annunci

I Bucanieri di Marsala, vi raccontiamo come si prepara il Cous Cous

Il nostro pranzo ai Bucanieri di Marsala dello chef Nino Chirco. L’ospitalità, la professionalità, la qualità, la continua tendenza al miglioramento, sono i punti di forza di questo luogo gourmet. Dedicato semplicemente a chi ama la buona cucina
Continua a leggere I Bucanieri di Marsala, vi raccontiamo come si prepara il Cous Cous

Il 4 giugno Marsala protagonista a Expo2015

Nella prima settimana di giugno – che il Cluster BioMediterraneo dell’Expo dedica ancora al West Sicily – Marsala si ricava uno spazio tutto suo per presentare il territorio e le sue tipicità. Il prossimo 4 giugno, infatti, MARSALA DAY è l’appuntamento che presenterà a Milano la mediterraneità di questa città tra terra e mare. Continua a leggere Il 4 giugno Marsala protagonista a Expo2015

Assaggi di Sicilia presso la Cantina di Donnafugata

Sarà un brindisi lungo un intero giorno, vissuto con la passione che si riserva agli amici di lunga data. Così Donnafugata si appresta ad accogliere i suoi fans per Cantine Aperte, domenica prossima 31 maggio, nelle storiche cantine di famiglia, nella città di Marsala. Continua a leggere Assaggi di Sicilia presso la Cantina di Donnafugata

In anteprima assoluta Aprile 2014, l’ultima novità di Fondo Antico

Torniamo a Marsala, torniamo dalla Cantina Fondo Antico invitati dall’enologa Lorenza Scianna per una lectio magistralis all’interno della cantina marsalese. Continua a leggere In anteprima assoluta Aprile 2014, l’ultima novità di Fondo Antico

Isola di Mothia, alla scoperta della via del Sale

Sulla vecchia strada che collega Marsala con Trapani, distese immense di sale asciugano al sole. Qui dove il tempo sembra essersi fermato vogliamo raccontarvi di un angolo della Sicilia che produce una ricchezza unica: il sale, l’oro bianco della Sicilia. Continua a leggere Isola di Mothia, alla scoperta della via del Sale

Trapani, alla scoperta della Rianata

 

 

Si possono stravolgere le regole della pizza? Forse sì o forse no, ma a Trapani, in quell’angolo di Sicilia che volge lo sguardo verso le Saline, è nata da tempo una tradizione di pizza, semplicemente diversa. La Origanata, o meglio conosciuta in dialetto come Rianata, prende il nome dalla grande quantità di origano con cui si condisce dopo la sua lenta cottura al forno. In questa pizza, tipicamente siciliana, troviamo tante tipicità della cucina marsalese, dalla salsa di pomodoro, alla pasta lievitata, alle sarde salate, all’origano, al pecorino siciliano e dall’olio rigorosamente extra vergine di oliva per esaltare i profumi mediterranei. Anticamente nella zona del marsalese, che dista non più di venti chilometri da Trapani, la pasta del pane che rimaneva inutilizzata, veniva usata dalle massaie per preparare la pizza: una volta stesa sul tavolo era pronta per essere condita con ciò che si trovava in cucina.

Oggi la ricetta è la stessa di tanti anni fa. Molte pizzerie della città la servono al tavolo su dei vassoi in alluminio ovali che disegnano finemente il contorno della pizza, già tagliata e pronta per essere gustata.

 

Nella foto la Rianata-Norcina. La Rianata è con pomodorini, prezzemolo, acciughe, pecorino, mozzarella e ovviamente tanto origano da cui prende il nome originario. La Norcina è con salsiccia di Norcia, mozzarella, prezzemolo e pomodoro sanmarzano

 

 

 

A Marsala per scoprire Malerba di Carmelo Sardo

Continua a leggere A Marsala per scoprire Malerba di Carmelo Sardo

A Marsala per degustare il Vecchio Samperi

DSCF3535

Arriviamo un giorno di fine gennaio, la nostra auto si perde tra le vie di Marsala. Sbagli una traversa e ti ritrovi in un angolo di Sicilia che non sembra essere quella che hai sempre conosciuto. Torni indietro, prendi una trazzera e giri tra vitigni autoctoni e strade di campagna che si perdono a vista d’occhio. In lontananza vediamo un’insegna, siamo vicini. Un vecchio casolare di campagna restaurato, una strada acciottolata e un cielo carico di colori ci dicono che siamo arrivati.

DSCF3543

 

Scendiamo, l’odore è impregnato di terra bagnata, ad accoglierci c’è Renato de Bartoli, figlio dello storico Marco, fondatore dell’Azienda, che siamo andati a visitare con alcuni colleghi giornalisti. Qui tra vecchie botti e una cantina sotterranea facciamo un giro per l’azienda. Ci appassioniamo alla storia di questa famiglia, all’azienda e al vino di Marco De Bartoli. Tutto sa di storia, di passione per il lavoro e amore per il vino. Poi, ci sediamo e inizia la nostra degustazione: un viaggio extrasensoriale per conoscere e amare qualcosa di più di un semplice vino.

DSCF3533

 

La curiosità è tutta per il Vecchio Samperi, di cui oggi vogliamo scrivervi, per esprimere attraverso le parole le sensazioni che abbiamo provato. Il nome, innanzitutto, è un omaggio al territorio che ci ospita, l’omonima contrada nell’entroterra marsalese, arida terra calcarea ricca di minerali, linfa vitale per i vigneti.

“Un vino ottenuto con l’antico metodo perpetuo che, attraverso una sequenza di passaggi di piccole percentuali di vino più giovane in fusti che contengono vini già invecchiati, permette di creare un’armoniosa mescolanza di annate diverse, dal gusto unico e inimitabile”.

 

DSCF3548

Vecchio Samperi è poesia per il palato. E’ la vera espressione del Marsala vergine, la stretta connessione con il territorio. Un vino rigorosamente invecchiato in botte, il profumo del tempo che scorre, ma soprattutto la dimostrazione in bicchiere del tempo inesorabile che passa come memoria storica non solo dell’azienda, ma di un pezzo di Sicilia. Al palato senti i profumi di legno, del cacao, del cioccolato, il profumo della cantina delle botti e del tempo trascorso.

Samperi è la memoria storica della cantina della famiglia De Bartoli, di un uomo che ha puntato sulla vera essenza del Marsala, in un concept tanto semplice quanto difficile da portare in un bicchiere:  l’idea che un vino possa esprimere con i cinque sensi l’essenza del territorio. E il Vecchio Samperi sembra proprio che esserci riuscito.

 

Per maggiori informazioni:

Samperi | Contrada Fornara Samperi, 292 – 91025 Marsala – Sicily, Italy

Tel. +39 0923/962093 – Fax +39 0923/962910 | info@marcodebartoli.com

Bukkuram | Contrada Bukkuram, 9 – 91017 Pantelleria – Sicily, Italy | Tel. +39 0923/918344 | info@marcodebartoli.com

 

A Palermo, presentata la Guida ai vini di Sicilia 2014

E’ stata presentata questa mattina, in una location di prestigio come il Grand hotel Et Des Palmes di Palermo, la Guida ai Vini di Sicilia 2014, giunta quest’anno alla settima edizione. Forchetta e Coltello era presente alla cerimonia di premiazione dei migliori 50 vini siciliani e dei 10 superpremi.

Ecco i vini a cinque stelle.

Spumanti 

Terzavia 2010 Marco De Bartoli Marsala (Tp)
Doc Contea di Sclafani Almerita Brut 2010 Tasca d”Almerita Sclafani Bagni (Pa)
Palmarés Rosé Extra Dry 2012 Gorghi Tondi Mazara del Vallo (Tp)

Bianchi

Bianca di Valguarnera 2011 Duca di Salaparuta Casteldaccia (Pa)
Catarratto 2012 Porta del Vento Camporeale (Pa)
Salina bianco 2012 Virgona Malfa (Salina) (Me)
Chardonnay 2011 Planeta Menfi (Ag)
Zibì 2012 Enologica Cassarà Alcamo (Tp)
Aquilae Chardonnay 2012 Cva Canicattì (Ag)
Doc Etna bianco A’ Puddara 2011 Tenuta di Fessina (Castiglione di Sicilia) (Ct)
Kuddia del Gallo 2012 Abraxas Palermo
Case Bianche 2012 Tenuta La Fauci Venetico (Me)
Doc Sicilia Grillo Parlante 2012 Fondo Antico Trapani
Doc Etna bianco 2012 Patria Castiglione di Sicilia (Ct)

Rossi

Cabernet Sauvignon 2010 Tasca d’Almerita Sclafani Bagni (Pa)
Doc Etna rosso Quota 600 2011 Graci Castiglione di Sicilia (Ct)
Doc Etna rosso Feudo di Mezzo 2011 Girolamo Russo Castiglione di Sicilia (Ct)
Tancredi 2009 Donnafugata Marsala (Tp)
Nero Maccarj 2009 Gulfi Chiaramonte Gulfi (Rg)
Saia 2011 Feudo Maccari Noto (Sr)
Don Antonio 2010 Morgante
Zatir Nero d’Avola 2012 Cossentino Partinico (Pa)
Cabernet Sauvignon 2011 Feudo Principi di Butera Riesi (Cl)
Doc Sicilia Corte Ferro Nero d’Avola 2012 Caruso & Minini Marsala (Tp)
C’D’C Cristo di Campobello rosso 2012 Baglio del Cristo di Campobello Campobello di Licata (Ag)
Solinero 2011 Rapitalà 2011 Camporeale (Pa)
Litra 2011 Abbazia Sant’Anastasia Castelbuono (Pa)
Paccamora Nero d’Avola 2012 Curatolo Arini Marsala (Tp)
Doc Sicilia Il Giglio Syrah 2012 Masseria del Feudo Caltanissetta
Benuara 2012 Cusumano Partinico (Pa)
Harmonium 2011 Firriato Paceco (Tp)
Doc Noto Santa Cecilia 2010 Menfi (Ag)
Kaid Syrah 2011 Alessandro Camporeale (Pa)
Doc Faro San Placido 2010 Istituto Agrario Cuppari Messina
Schietto Syrah 2008 Spadafora Palermo
Doc Sicilia Frappato Fondo Filara 2012 Nicosia Trecastagni (Ct)
Rusciano Syrah 2010 Valle dell’Acate Acate (Rg)
Doc Eloro Spaccaforno 2011 Riofavara Ispica (Rg)
Doc Etna rosso 2011 Irene Badalà Castiglione di Sicilia (Ct)
Doc Etna rosso 2011 Archineri Pietradolce Castiglione di Sicilia (Ct)

Dolci 

Doc Passito di Pantelleria Ben Ryè 2011 Donnafugata Marsala (Tp)
Doc Marsala Vergine Riserva 1980 Intorcia Marsala (Tp)
Doc Malvasia delle Lipari 2011 Florio Marsala (Tp)
L’Ecrù 2011 Firriato Paceco (Tp)
Doc Malvaia delle Lipari 2011 Fenech Malfa Salina (Me)
Doc Marsala Vergine Soleras Rallo Marsala (Tp)
Moscato di Zucco 2009 Cusumano Partinico (Pa)
Doc Passito di Pantelleria Nes 2010 Pellegrino Marsala (Tp)
Doc Malvasia delle Lipari passito 2010 selez. Carlo Hauner Hauner Santa Marina di Salina (Me)
Doc Malvasia delle Lipari 2011 Caravaglio Malfa Salina (Me)

Regali Doc, la Via del Sale a Trapani per conoscere il Re Sale d’Infersa/3

Torniamo a parlare di suggestivi regali gourmet, dieci doni assolutamente originali da regalare ai vostri cari, per le prossime festività. Un pensiero ad hoc nel segno indistinguibile della Sicilia. Dieci piccole eccellenze del nostro territorio frutto del sapiente lavoro degli artigiani del gusto. Oggi siamo lungo la Via del Sale, la strada provinciale che da Marsala arriva a Trapani, un affascinante percorso che vi consigliamo di fare al tramonto tra vecchi mulini a vento e cumuli di sale.

Siamo nella Riserva dello Stagnone, di fronte l’isola di Mothia, ed è proprio qui, che nel rispetto della tradizione centenaria, tramandata di generazione in generazione, il sale viene raccolto ancora a mano.

Il Re Sale d’Infersa, è la nostra idea regalo, un pensiero gourmet, capace di esaltare il gusto di tutti i cibi perché i grossi cristalli di sale sono raccolti in maniera tale da poterne preservare la forza aromatica originaria. Lo abbiamo scoperto un caldo pomeriggio di agosto, proprio durante una gita in barca all’isola di Mothia, al nostro ritorno siamo rimasti incantati dalla storia del sale, protagonista dell’economia di questi luoghi.

Il sole, il mare e il vento che baciano questo angolo meraviglioso della Riserva non sono gli unici ingredienti di questo sale, ad arricchire questa eccellenza tutta siciliana si aggiunge il profumo degli agrumi siciliani e di alcune preziose erbe aromatiche (Ginepro, Coriandolo, Salvia e 4 Pepi), aggiunte sapientemente al fior di sale per creare un bouquet unico.

Il nostro viaggio nel gusto termina qui, come di consueto concludiamo con un consiglio gourmand. Provate il sale aromatizzato al limone sulle vostre pietanze di pesce, noi abbiamo provato ‘l’Orata in crosta di sale al limone e zenzero’, servita con insalatina di finocchi julienne e arance pelate a vivo.

 

http://www.salineettoreinfersa.com

Tel: +39 0923 733003

Fax: +39 0923 1954608

info@salineettoreinfersa.com

Marsala città europea del Vino 2013

invito-forum

Fare il punto sulle tendenze e tracciare gli scenari futuri del mercato vitivinicolo è questo l’obiettivo del 1° Forum Internazionale dell’Economia e del mercato vitivinicolo che si svolgerà nel weekend a Marsala.  Nell’ambito delle iniziative programmate, la cittadina siciliana in provincia di Trapani celebra il riconoscimento assegnatole come Città Europea del Vino 2013.

Da venerdì 15 a domenica 17 novembre si parlerà de “Il territorio: tutela e promozione” anche in vista di Expo 2015 in cui la Sicilia sarà protagonista con uno stand dedicato.

Durante i lavori verrà presentata anche la Carta di Marsala, si tratta di un documento-manifesto che traccerà le indicazioni e alcune proposte operative per il futuro della vitivinicoltura italiana e siciliana in particolare.

Il Complesso Monumentale di San Pietro sarà invece la sede dell’Assemblea nazionale delle Città del Vino, con oltre cinquanta Città del Vino italiane ospiti a Marsala, e del Consiglio di amministrazione e dell’assemblea generale Recevin, La Rete delle città europee del Vino. A contendersi il riconoscimento, quest’anno, sono le due città spagnole di Jerez de la Frontera, famosa per i suoi vini xerès o sherry e Cambados ed entrambe, in occasione del Forum, presenteranno i video promozionali della propria candidatura.